Come usare LinkedIn nel 2023

Come usare LinkedIn nel 2023? Ecco la guida completa a come fare prospecting e personal branding, best practices e cosa pubblicare.
come usare linkedin

Come usare LinkedIn nel 2023?

Come sai già, LinkedIn è il social network professionale più grande e importante a livello globale, con circa 700 milioni di utenti nel mondo tra cui figurano professionisti, imprenditori, decision maker.

Essere presenti su LinkedIn, quindi, è fondamentale per un’azienda o un professionista, soprattutto se lavori nell’ambito B2B.

Nell’articolo di oggi ti spiego come usare LinkedIn nel 2023 per avere successo e trovare nuove occasioni.

Come funziona LinkedIn?

LinkedIn è un social network dedicato al lavoro.

Funziona come una sorta di database in cui gli utenti inseriscono e aggiornano le loro informazioni professionali e di contatto, oltre a pubblicare post e articoli e a interagire con quelli pubblicati dagli altri.

Il tuo profilo LinkedIn è una sorta di Curriculum: aprendolo, un potenziale può capire chi sei, che lavoro fai, quali sono le tue esperienze, cosa sai fare, dove hai studiato e via dicendo.

I post che scrivi e condividi invece sono una sorta di portfolio in cui puoi parlare più nel dettaglio di chi sei, di cosa fai e, soprattutto, dei vantaggi e dei benefici che generi per i tuoi clienti.

Ovviamente tutti i post possono essere commentati e condivisi come in un qualsiasi social network ed è presente una funzione di messaggistica, permettendoti quindi di stringere relazioni e mettere in pratica una vera attività di prospect.

Perché usare LinkedIn?

Al giorno d’oggi sappiamo tutti che, se non sei online, non esisti.

È vero nel mondo del B2C, in cui il social media marketing è diventato forse più importante della pubblicità tradizionale, ed è vero anche nel mondo B2B, che ormai non vive più soltanto di passaparola e contatti a freddo, ma anche di social e digital marketing.

Ti lascio qualche dato:

  • Solo in Italia, LinkedIn conta oltre 16 milioni di utenti, tra cui più di un milione di Decision Makers, e 350.000 aziende. Si tratta di un database enorme di potenziali prospect e clienti con cui, grazie a questa piattaforma, puoi interagire ed entrare in contatto.
  • Nell’ambito B2B, l’80% dei lead social viene da LinkedIn: testimonianza inconfutabile del fatto che si tratta del social network più utilizzato dai professionisti e dagli imprenditori.
  • Oggi, quasi il 60% dei decision makers svolge in autonomia le ricerche per trovare le competenze di cui ha bisogno: quindi essere “trovabile” online è fondamentale.
  • Solo il 21% dei venditori si differenzia dagli altri commerciali, e solo il 16% riesce a dimostrare l’impatto economico della soluzione proposta: gli altri, per i buyers, sono “tutti uguali”.

È chiaro quindi che LinkedIn è la piattaforma ideale per trovare prospect in target, per interagire con essi e per mettere in risalto ne tue competenze, le tue soluzioni e tutti gli aspetti che ti differenziano dai competitors: ecco perché dovresti iniziare a usarlo (e a usarlo per bene) nel 2023!

Cosa posso fare su LinkedIn?

Puoi usare Linkedin per fare:

  • Personal Branding, cioè per curare la tua immagine online;
  • Brand Awareness, cioè far conoscere la tua azienda.
  • Conversion, cioè cercare di generare lead, di portare gli utenti sul tuo sito web, di spingerli a contattarti, di vendere.
  • Consideration, cioè mostrare praticamente ciò che fai e che sai fare.
  • Prospecting: trovare nuovi contatti e nuovi potenziali clienti.

Come usare LinkedIn

Step 1: creare e completare il profilo

Creare un profilo LinkedIn è semplicissimo: basta iscriversi alla piattaforma con una e-mail.

Ovviamente, tanto più il tuo profilo sarà completo, più verrà spinto in alto nel motore di ricerca di LinkedIn, più verrà trovato dai prospect e più risulterà chiaro e interessante per le persone che ti trovano. Per questo è importante completarlo sia inserendo formazione, esperienze lavorative, attestati, competenze, pubblicazioni e così via, che scrivendo un buon sommario (in pratica la tua bio) e una headline che catturi il visitatore: trovi tutti i consigli per farlo nel nostro blog.

Puoi anche creare una pagina aziendale per il tuo business e collegarla al tuo profilo, in modo da farla risaltare ancora di più.

Step 2: come usare LinkedIn per creare relazioni

Ovviamente un profilo che non viene visto da nessuno è inutile: ecco perché, prima di iniziare a pubblicare contenuti è necessario creare relazioni.

Innanzitutto, collegati con le persone che conosci: colleghi, clienti, opinion leaders rilevanti per il tuo settore. Poi inizia a interagire con loro: basta lasciare una reazione a ciò che pubblicano o un commento che sia sensato e di valore. Continua a svolgere questa attività di engagement sempre!

Una volta creata una cerchia di contatti, puoi iniziare a usare LinkedIn per davvero.

Step 3: cosa pubblicare su LinkedIn

La regola numero uno è che tutto ciò che posti su LinkedIn deve essere un contenuto di valore: non un copia e incolla, non un post che lascia il tempo che trova, ma un contenuto ragionato, coerente con il tuo brand e che serva a educare o emozionare in qualche modo il prospect.

Prima di iniziare a scrivere, butta giù un piano editoriale in cui delineare i tuoi obiettivi e le macrocategorie di post da pubblicare, come in questo esempio:

come usare linkedin esempio piano editoriale

Poi, puoi iniziare a produrre e condividere contenuti. Il tipo di contenuti da condividere dipende in gran parte da quali sono i tuoi obiettivi:

  • Generare Awareness: in questo caso potresti puntare sulla storia dell’azienda, sul backstage del tuo lavoro, sulle notizie di settore, su eventi e fiere.
  • Fare Personal Branding: punta sulla tua idea di business, sulla tua filosofia, sulle relazioni con colleghi e clienti, sulla gestione del lavoro, sugli eventi a cui partecipi.
  • Convertire: in questo caso è utile condividere case study e recensioni che mostrino concretamente il tuo impatto e i tuoi risultati.
  • Fare Consideration: puoi condividere guide, tutorial, progetti, novità, backstage lavorativo.
  • Fare Engagement, cioè generare reazioni da parte del tuo network: il metodo più semplice e immediato consiste nel pubblicare sondaggi o nel fare domande relativamente a un argomento rilevante per il settore.
  • Fare Prospecting: in questo caso funziona un buon mix di Awareness, Consideration e Conversion.

Trovi le nostre idee di contenuti di valore da pubblicare su LinkedIn in questo articolo.

Step 4: scrivere messaggi su LinkedIn

LinkedIn ti dà la possibilità di inviare messaggi privati ai tuoi contatti.

Si tratta di un metodo eccellente per farti conoscere ma soprattutto per condividere valore. Evita di inviare messaggi autoreferenziali o commerciali di presentazione e concentrati sul prospect, su chi è e su cosa fa: mostragli che conosci il suo settore e i suoi problemi, che ti interessa conoscerlo, che hai una soluzione che potrebbe interessarti.

Qui trovi tutti i nostri consigli per contattare qualcuno su LinkedIn.

Come usare LinkedIn per fare Prospecting

LinkedIn da solo è al 10% del suo potenziale. Se il tuo obiettivo è trovare nuovi clienti che convertano, non basta pubblicare qualche post e inviare messaggi: devi avere una strategia più strutturata e integrare LinkedIn a un buon CRM, in modo da:

  • avere un database di contatti sempre aggiornato che puoi creare in tempo reale, mentre sei su LinkedIn. A questo scopo è utile investire anche in LinkedIn Premium, che ti dà accesso a un motore di ricerca ancora più efficace e dettagliato: il Sales Navigator.
  • automatizzare l’email marketing per aumentare il tasso di conversione.

Questa integrazione è alla base del nostro modello di sviluppo business, di cui abbiamo parlato qui. Si tratta di un modello customizzabile ed efficace nel 100% dei casi, che ha portato i nostri clienti ad ottenere fino al 35% di risposte positive e che ha aiutato la nostra stessa azienda a vendere oltre 94,4k€ di servizi in un mese, con un solo commerciale.

Se vuoi possiamo parlarne nel dettaglio insieme: clicca qui per prenotare un confronto con il nostro Matteo, che ti spiegherà in cosa consiste il nostro metodo e come possiamo adattarlo alla tua azienda.

Come usare LinkedIn per fare Personal Branding

Di come usare LinkedIn per il Personal Branding abbiamo già parlato in questo articolo: devi curare per bene il tuo profilo e i tuoi contenuti, mantenendo sempre un tone of voice coerente e focalizzandoti sugli aspetti di te che vuoi condividere. È un processo che richiede tempo e impegno ma che, in termini di awareness, funziona bene.

Tra l’altro, anche il miglioramento del Personal Brand rientra tra i nostri servizi: contattaci per sapere come lavoriamo su questo aspetto.

Come usare LinkedIn: cosa fare e cosa non fare

Ecco un piccolo schema riassuntivo di cosa ti consiglio e cosa ti sconsiglio di fare su LinkedIn:

Cosa fareCosa non fare
Analisi e ricerca della nicchiaPartire senza strategia e obiettivi
Contenuti di valoreContenuti banali e inutili
Personalizzazione del messaggioMessaggi copia e incolla e spam di messaggi commerciali
Cura del tone of voiceIncoerenza e disomogeneità
CostanzaMollare dopo una settimana
Interagire con potenziali e opinion leadersConcentrarti solo sul tuo profilo
Ampliamento graduale della reteTroppe richieste di collegamento in un solo giorno (potresti essere bloccato)
Integrazione con CRM 

Quanto ti è stato utile questo articolo?

Voto medio: 5 / 5. Conteggio voti: 2

Non ci sono ancora voti

Il miglior risultato possibile, senza sprecare tempo

Qualunque sia il tuo obiettivo su LInkedIn, sceglieremo insieme come strutturare un progetto per usare il tuo e nostro tempo nel miglior modo possibile.