1. Home
  2. Road to 1 Million
  3. Recap 2023: Business, Viaggi e 591k di vendite

Recap 2023: Business, Viaggi e 591k di vendite

28 Dicembre 2023

Sono in aereo con Matteo, direzione Washington DC.

Ho appena chiuso uno dei libri di business più belli mai letti,  insieme alla biografia di Steve Jobs: “Sergio Marchionne” di Tomas Ebhardt.

Sono affascinato dal personaggio e dalla quantità di problemi che fosse in grado di risolvere contemporaneamente e in così breve tempo. Leggendo il suo ultimo discorso agli investitori mi sono venuti i brividi.

Mi sono girato verso Matteo, lo abbiamo riletto insieme e lo abbiamo commentato.

Ci aspettano 9 ore di volo e un lungo scalo di altre 9 ore prima di ripartire per San José, Costa Rica, dove chiuderemo insieme un anno pazzesco.

Abbiamo appena bevuto un caffè americano e dopo mesi di procrastinazione ho finalmente trovato il coraggio di scrivere il primo capitolo del diario di ResultConsulting.

É stata una scelta di Team quella di voler raccontare il nostro 2024 senza veli, condividendo i risultati di business reali e le imprese che ogni compagno di squadra compirà durante questo nuovo anno insieme.

Vogliamo raccontare delle persone che entreranno, delle sfide che ci troveremo a dover affrontare per raggiungere il nostro primo milione e dei successi del Team.

Vogliamo raccontare dell’ispirazione che troveremo nei nostri viaggi e dei punti di svolta che ci saranno durante i nostri Team Building e incontri in giro per il mondo.

Con ResultConsulting abbiamo una missione chiara: “Creare il Modello di Sviluppo Business B2B più performante al mondo”. Siamo il braccio destro di imprenditori e direttori commerciali che vogliono scalare il proprio business con una macchina da vendita replicabile e performante.

Fin dalla nostra fondazione, siamo stati completamente focus sulla Ricerca e Sviluppo ed abbiamo investito in consulenze da USA, Canada, Europa, al fine di definire un modello di innovazione interno che ci consentisse di aiutare i nostri Clienti ad ottenere risultati sempre più importanti, anno dopo anno.

Abbiamo intervistato più di 150 imprenditori del B2B ed analizzato i modelli di sviluppo business di oltre 120 Clienti. Ogni intervista e ogni analisi svolta ci ha permesso di individuare necessità e problemi del nostro mercato di riferimento per i quali sapevamo di poter fornire, attraverso il nostro modello, soluzioni valide e performanti. Tra tutte, quelle più significative  potrebbero essere riassunte nei seguenti due punti: 

  • Acquisire sistematicamente nuovi Clienti attraverso canali stabili di sviluppo business;
  • Prendere il controllo della Macchina da Vendita attraverso numeri e proiezioni.

Oggi, dopo aver testato e validato  il nostro modello ed aver assistito – in particolar modo nell’ultimo anno – alla crescita della nostra azienda, abbia deciso di comprometterci pubblicamente per il raggiungimento di una milestone importante: passare da 500k a più di 1M in 12 mesi.

Oggi inizia un viaggio, del quale vogliamo rendere tutti partecipi attraverso questo diario. Questi i risultati di vendita globali del 2023, il nostro punto di partenza.

E il successo del 2024 dipenderà in gran parte dalle fondamenta che abbiamo gettato nell’anno che si è appena concluso.

Un anno pazzesco, pieno di sfide, nuovi progetti, nuove persone e grandi viaggi. Quindi è doveroso, prima di poter incominciare, fare un piccolo salto all’indietro e raccontare brevemente tutto quello che ci ha regalato. 

Pronti a partire?  Vi porto con noi in questo piccolo viaggio nel tempo.

Primo Trimestre, Gennaio – Marzo 2023 | Vendite: 110k

I primi di Gennaio dello scorso anno preparavamo con Matteo il trasferimento a Milano, città in cui saremmo rimasti per i successivi 5 mesi.

Avevamo deciso di prendere casa insieme perché si prospettava un anno importante e valeva la pena lavorare a stretto contatto, così da essere pronti ad affrontare qualsiasi sfida ci si presentasse davanti.

All’epoca, il Team dei Growth Consultant era composto soltanto da me e Matteo Fois, che aveva lasciato la sicurezza di Amazon qualche mese prima per fare la differenza in Result e che stava già vedendo i primi risultati con i suoi Clienti. Grazie alle sue grandi doti analitiche, Matteo era riuscito a creare e migliorare costantemente un framework semplice per il monitoraggio delle metriche chiave del Prospecting: A/B testing, analisi qualitative sul mercato e sui Prospect, tabelle riassuntive e grafici.

Parallelamente, in poco tempo, avevamo avuto la conferma che il nostro Modello di Consulenza fosse replicabile. Non ci restava altro che concentrarci sulla creazione del miglior Team in assoluto ed investire sulle giuste persone che potessero permetterci di scalare il nostro business. 

Proprio in questo periodo – a conferma di quanto il Team potesse fare tutta la differenza – entrava a far parte del reparto Sales Diana Hutuleac, la nostra prima Business Developer, uno dei più grandi inserimenti del 2023. Venticinque anni, una carica esplosiva ed un entusiasmo da vendere.

Dopo il primo mese trascorso a Milano, nel mese di Febbraio siamo partiti con Matteo per Las Vegas con una piccola missione: aiutare dei nostri amici a strutturare il Team Sales in occasione di una delle più grandi fiere dell’Affiliate Marketing in America. Ci siamo  buttati, abbiamo strutturato i processi sales e dato loro la nostra visione sullo sviluppo business.

Una buona occasione per studiare a fondo le logiche di quel business e per fare un giro con una mustang gialla sul Grand Canyon innevato. È stato bello ed emozionante, e la foto lo può testimoniare.

É stato proprio in quel contesto internazionale e carico di energia positiva che abbiamo deciso di ingaggiare Pietro Palozzi, uno dei miei migliori amici nonché compagno di banco del Liceo, per proporgli di unirsi al Team di ResultConsulting come Growth Consultant. Ci piaceva molto la sua serietà sul lavoro e vedevamo del grande potenziale, visti i suoi ultimi 6 anni nelle vendite, prima nel mondo Zucchetti (B2B), poi in Doctolib (B2C), startup francese che aveva investito 250 milioni di euro per entrare nel mercato italiano.

Ci siamo sentiti prima di tutto al telefono tra le strade affollate di Las Vegas per poi continuare la nostra conversazione durante una cena a Milano. Quando c’è di mezzo l’amicizia le cose si complicano ed è meglio fare chiarezza sin da subito. Abbiamo parlato del suo ruolo, con focus su obiettivi e attività chiave, della sua visione sul mondo delle vendite B2B e più in generale del suo futuro in ResultConsulting. Ci siamo stretti la mano e abbiamo firmato l’accordo.

Il primo Marzo era già  operativo e nel giro di un solo mese ha portato Fabio Giacomelli, Co-Founder di RÍAN+, a chiudere il primo contratto da 24k attraverso un Funnel di LinkedIn Outbound. Partito con il piede giusto, in 9 mesi non solo ha continuato a portare Risultati ai suoi Clienti, ma ha assunto anche il ruolo di Team Leader dei Growth Consultant.

Ma i viaggi non erano finiti qui: nel mese di marzo siamo stati una settimana a Dubai con Matteo per continuare a seguire i lavori iniziati a Las Vegas, ultima tappa di quella nostra piccola missione. Oggi quell’Azienda sta facendo dei numeri folli e noi ne siamo veramente felici. Continuiamo a prendere ispirazione dalla loro determinazione e visione di business.

Così si chiudeva il primo Quarter e, fino a quel momento, i risultati ci dicevano che si stava procedendo un po’ più a rilento rispetto alle nostre aspettative. Cosa non facile da accettare perché coscienti del potenziale di Result, ma lezione importante, che ci obbligava a fare i conti con la realtà, dandoci una scossa della quale probabilmente avevamo bisogno per poter riprendere la situazione in mano e mettere il turbo alle vendite.

Non è stato semplice, ma sicuramente questi primi tre mesi hanno dato il via a tutta una serie di considerazioni fondamentali per gli sviluppi che ci sono stati nei mesi successivi. In particolar modo abbiamo dovuto fare i conti con i tre seguenti dati di fatto: 

  • Nonostante la dedizione di Diana, il Prospecting stava portando tanti primi appuntamenti con Prospect in target che poi però sparivano o non davano seguito.
  • Le vendite avevano subito un rallentamento: un po’ per il periodo, un po’ per mancanza di focus da parte mia e di Matteo. Questo non deve mai capitare, soprattutto se si è trovato il Product-Market Fit e l’unica cosa da fare è investire per crescere.
  • Nonostante l’ingresso di Pietro fosse stato fondamentale, iniziavamo a capire che per scalare velocemente le vendite dovevamo anticipare l’ingresso dei nuovi Growth Consultant. In questo modo, avremmo avuto sempre spazio per gestire i Clienti con qualità.

Siamo rimasti in ascolto e attenti ad imparare da questi primi piccoli errori.

Siamo andati avanti.

Secondo Trimestre, Aprile – Giugno 2023 | Venduto:  96.4k€

In un attimo eravamo già al secondo quarter: il tempo era volato, gli obiettivi dell’anno erano ancora lontani e avevamo una voglia di spingere spaventosa.

I primi di Aprile abbiamo deciso con Matteo di volare sull’Isola di Madeira, in Portogallo. Grazie ad un caro amico, abbiamo trovato una casetta accogliente vista oceano ,tra piantagioni di banano, galline e una natura di un verde incredibile.

Penso sinceramente che ognuno di noi dovrebbe trascorrere almeno un mese all’anno su un’isola lontano da tutto e tutti. Posti come questo sono perfetti per scambiare idee, fare chiarezza sul futuro e per spingere davvero sull’acceleratore: lavorare anche 12 ore al giorno, in un posto così, nel mood che trasmette, non pesa ed ha tutto un altro sapore. Almeno per noi è stato così. 

È proprio qui che, il primo lunedì di Aprile, si è tenuta la nostra prima Revisione Trimestrale, uno dei momenti più belli dell’anno, con il tavolo della cucina piazzato per l’occasione sul balconcino, vista oceano. Per la prima volta abbiamo avuto la percezione reale di quanto il Team stesse crescendo, in numero ed in intenzioni: l’entusiasmo nel condividere i nuovi obiettivi per il Quarter successivo era palpabile.

Sapevamo tutti che si poteva fare molto di più e volevamo farlo.

Tutto il Team di Growth Consultant da quel momento è stato estremamente focalizzato su un unico obiettivo: fare risultati con i Clienti e creare nuovi Case Study – documento in cui vengono raccontati brevemente i risultati raggiunti dal Cliente grazie al nostro modello di sviluppo business – da condividere con il Team Sales e Marketing. 

Perché questa ossessione per i Case Study? Perché generano grande fiducia verso i Prospect, Partner e Stakeholder, perché aiutano a generare ritorni più sicuri sulle campagne Marketing e aiutano il Team Sales a convertire più velocemente. Permettono al Brand di crescere e aumentano il Life Time Value (LTV) dei Clienti che sono più propensi a vedere Result come un buon investimento.

“La qualità non è un bene negoziabile”, direbbe il buon Marchionne.

Negli ultimi mesi del secondo quarter ci siamo concentrati molto su questo aspetto e fatto passi da gigante in questa direzione. Abbiamo definito un modello di innovazione interno che impara da chi è meglio di noi: dai modelli di vendita di startup che stanno scalando, da imprenditori con qualche capello bianco in più. Un processo di innovazione che è entrato a far parte della nostra cultura e che renderà il modello di sviluppo business sempre più performante negli anni a venire.

Tornati a Milano, ci siamo buttati a capofitto in un turbine di cene con clienti, partner o potenziali: l’unica cosa che ci interessava era capire sempre più a fondo cosa volessero davvero e quali fossero le loro vere priorità. Note sull’IPhone e scambio continuo di idee da testare subito con tutto il Team, reso da sempre partecipe di tutte le evoluzioni e decisioni.

Non abbiamo fatto altro che applicare quella che Steve Blank, nel suo libro “The 4 Step to The Epiphany”, definisce come “Customer Development”. Secondo Blank, tutte le ipotesi che abbiamo sui problemi, desideri e obiettivi del nostro mercato il più delle volte sono sbagliate. L’unico modo per capire l’essenza del proprio mercato di riferimento è “frequentare” clienti reali e potenziali. Fare una survey su 1000 Clienti può essere d’aiuto, ma mai quanto sentire costantemente al telefono i propri Clienti, chiedere feedback su nuove idee e servizi e sapere come si sentono realmente: questo fa tutta la differenza.

Prima che ce ne rendessimo conto era Giugno e siamo partiti per l’Albania.

Il Team Building d’estate è stato magico.

Abbiamo affittato una casa per una settimana sul lungomare di Valona. Il contesto perfetto per la Revisione Semestrale di un 2023 che stava per esplodere.

Nonostante il programma fosse tutt’altro, le reali necessità emerse dalla Revisione ci hanno portato ad uscire completamente fuori dallo schema per lavorare alla struttura del Team di Customer Success, così da renderlo replicabile e ancora più performante.

Negli ultimi 6 mesi avevamo capito che le giuste persone, in qualsiasi tipo di mercato, rappresentano l’80% del successo del business.

Come dice Jim Collins nel suo libro Good to Great “Prima CHI, poi CHE COSA”, la prima sfida per un Imprenditore, un Manager o un’Azienda che vuole crescere è portare le giuste persone a bordo. Per noi è diventato importantissimo nel 2023 e sarà la priorità numero 1 nel 2024, perché un Team da Champions League può affrontare qualsiasi sfida.

Abbiamo scambiato idee sulle caratteristiche ideali dei nuovi compagni di squadra, le attitudini, le hard e soft skills, ma anche le esperienze passate necessarie in ambito Sales e Marketing B2B. Nonostante fossimo stati fortunati con i nostri compagni di squadra fino a quel momento, non volevamo più affidarci alla fortuna in vista della crescita che avremmo avuto nei mesi successivi.

Abbiamo per questo lavorato ad una definizione più chiara della figura del Customer Success, definendo i mansionari, con ruoli e attività specifiche, training di potenziamento, coaching settimanali per l’aumento delle performance e nuovi obiettivi, che avrebbero dovuto essere semplici, ma allo stesso tempo estremamente efficaci.

Abbiamo poi analizzato le performance dei 6 mesi precedenti, indagando i motivi dei successi, ma soprattutto quelli dei piccoli fallimenti ed errori commessi. È nata così la nuova modalità di gestione dei Clienti attuali, che oggi abbiamo trasformato in un modello di sviluppo business sul Parco Clienti – Customer Revenue – che ci ha portato a raddoppiare il venduto rispetto al 2022 (da 50k a 100k).

Grazie al nostro modello, abbiamo potuto ascoltare in modo sistematico i Clienti e le loro necessità, il che ci ha portati a sviluppare un nuovo servizio basato sulla strutturazione dei Team Sales e dei Processi di Vendita, unito ad un programma di Sales Coaching per il monitoraggio e l’aumento delle Performance. [Semplice ed efficace, dovreste provarlo!]

Il Team Building in Albania è poi proseguito nel nostro minivan con la playlist di Daniele Messina che ha accompagnato paesaggi meravigliosi vista mare, pranzi in spiaggia, aperitivi al tramonto e grandi conversazioni.

Conoscersi a fondo è stato bello ed ha aiutato (e aiuta) a lavorare meglio. Aiuta soprattutto a sviluppare quel clima di collaborazione in cui la vittoria è di tutti e la competizione esiste solo con se stessi: una competizione sana volta al solo bene del Team.

Inutile dire che siamo tornati dall’Albania pieni di energia e con una gran voglia di fare ancora di più.
Appena di ritorno, come quasi ogni mese, sono andato a cena a Caserta con un grande amico e un grande imprenditore. Forse il più forte e determinato che abbia mai conosciuto. Lo stesso che ha messo sù tutto il Progetto che ci aveva visti coinvolti nel viaggio a Las Vegas. Dopo qualche chiacchiera mi ha posto una domanda che non mi aspettavo e alla quale non ero preparato: “Allora, come farete l’anno prossimo a fare un x10?”. La verità è che non ci avevo mai pensato, non avevo mai pensato così in grande in un periodo così ristretto.

Vista la sua esperienza e i risultati da record che ha raggiunto nella sua breve carriera imprenditoriale, ho pensato che l’unica risposta giusta fosse: “Come porteresti tu Result a fare un x10?”.

La risposta è stata semplice e diretta: “Analizza le performance per canale, individua quali sono quelli più performanti, capisci il perché e investi tempo e soldi in quella direzione. Individua poi quelli a più alto potenziale inespresso e valuta se vale la pena investire anche lì”.

Questa cena ha rappresentato un punto di svolta per ResultConsulting. Una semplice domanda si è trasformata in una nuova visione. Ero arrivato con un’idea del business, ero uscito con una consapevolezza in più. Ne ho parlato subito con Matteo, poi con il Team, e ci siamo lanciati la sfida: “Scaliamo o continuiamo a crescere con prudenza?”

La risposta era ovvia. Eravamo pronti.

Terzo Trimestre, Luglio – Settembre 2023 | Venduto Totale: 105k€

Nuovo Quarter e il Grande Viaggio in Asia: l’8 Luglio siamo partiti alla volta di Indonesia, Giappone e Korea.

Inutile descrivere l’eccitazione prima della partenza. Un mondo nuovo e un nuovo modo di lavorare mai sperimentato prima con +7 ore di fuso orario. Il caldo tropicale, l’Oceano Indiano, la casa nella risaia e una forte energia positiva.

Bali è stato il mese in cui abbiamo deciso di lanciarci definitivamente e in cui abbiamo iniziato ad investire seriamente sul futuro di ResultConsulting.

Negli ultimi 4 anni avevamo strutturato l’Azienda, definito procedure, ottimizzato un modello che portasse risultati ai nostri Clienti, creato un modello di vendita che generasse costantemente nuove opportunità e vendite per Result. Avevamo trovato la giusta offerta e il giusto pricing, le persone giuste, un processo di recruiting che ci consentisse di trovare i migliori talenti in Italia.

Mancava una sola cosa da fare adesso: CRESCERE.

Abbiamo portato avanti una grande quantità di colloqui tra le dieci e l’una di notte mentre in Italia c’era il sole, cercando incessantemente fino a trovare quel “fattore WOW” che ci facesse dire: “Ecco, ti abbiamo trovata”.

Abbiamo strutturato un nuovo Servizio per i nostri Clienti e in tempi record, insieme a Daniele Messina, Project Manager di ResultConsulting, abbiamo lavorato a Job Description e Mansionario dei profili necessari a portarlo avanti, lanciato l’annuncio, organizzato e tenuto una serie di colloqui uno dietro l’altro e fatto salire due nuove persone a bordo, con la giusta esperienza per fare la differenza. Giusto in tempo per gestire le richieste del mercato.

Terminata l’esperienza di Bali, ci aspettava un nuova avventura: Tokyo.

Un lungo viaggio in treno che ci ha permesso di girare il Giappone in lungo e largo. Abbiamo ammirato le città più importanti, come Kyoto e Osaka, e  goduti le piccole città autentiche come Koyasan, Takayama e Miyajima. Abbiamo visitato templi, foreste e piccoli centri storici affollati. Abbiamo mangiato la carne wagyu e il miglior sushi al mondo. Siamo entrati nel cuore della cultura Giapponese nonostante le barriere linguistiche e le grandi differenze culturali.

Tutta quella calma, gentilezza e atmosfera è stata il teatro di grandi riflessioni sulla vita e sul futuro di Result. Quando sei dall’altra parte del mondo la mente è bombardata da nuovi stimoli, gli occhi vedono cose mai viste prima e si cambia punto di vista con più facilità.

Ricordo una chiacchierata con Matteo sul treno Osaka – Kyoto in cui abbiamo parlato del nostro futuro, degli investimenti che avevamo deciso di fare e delle promesse che avevamo fatto a tutto il Team.

Alla fine ci siamo stretti la mano, per suggellare il nostro impegno non solo per il raggiungimento di tutti gli obiettivi prefissati, ma per prometterci che saremmo andati anche oltre.

Prima di tornare a casa, ultima tappa a Seoul, in Korea.

Abbiamo incontrato una mia cara amica americana dell’Erasmus che viveva lì da qualche anno e che ci ha fatto da Cicerone. Ultima notte di fuoco, in una città piena di vita, prima di tornare a casa per tornare a lavorare con focus estremo sull’esecuzione del piano.

Così è arrivato Settembre, il mese degli onboarding e training del Team di Customer Success e della ripresa delle vendite, chiudendo a 52k.

In questo mese sono entrati nel Team dei Business Developer (Servizio di LinkedIn Outsourcing) Sara e Rossano che dopo una sola settimana di formazione sono passati immediatamente all’operatività, alla velocità della luce.

Una settimana dopo, un’altra new entry: Lorenzo Pastore è entrato a far parte del Team dei Growth Consultant. Ragazzo smart, simpatico come pochi e con una passione smodata per il mondo delle startup in fase di scaleup. Una di quelle persone che ci tiene follemente ai Risultati dell’Azienda e dei Clienti.

Ha fatto seguito l’ingresso di Federica Genovese, arrivata da un’esperienza bellissima a Barcellona in Factorial, unicorno spagnolo. Ci ha portato tanta energia e carica positiva, approcci innovativi del mondo startup e una voglia di fare spaventosa. Anche lei, disposta a tutto pur di arrivare al Risultato.

In un solo mese il Team era già così ingaggiato che sembrava lavorare insieme da una vita. É in questo clima che ci siamo preparati ad affrontare l’ultimo Quarter di fuoco 🔥

Quarto Trimestre, Ottobre – Dicembre 2023 | Venduto: 280k€

L’ultimo quarter è stato caratterizzato da grandi sfide e dall’acquisizione di una consapevolezza collettiva.

Per quanto riguarda le prime, Diana è stata la protagonista indiscussa, chiudendo da sola – solo nell’ultimo quarter – a 124k.

Non contenta, si è subito posta l’obiettivo di venduto per il prossimo anno: 500k. Siamo rimasti in silenzio e abbiamo accettato la sua sfida personale. Diana è davvero la Business Developer che tutti vorrebbero, per la dedizione, l’impegno e la determinazione che mette in quello che fa. Facciamo tutti il tifo per lei nel 2024.

Intanto anche noi non ci siamo fermati, perché in quest’ultimo trimestre il Team è continuato a crescere: sono infatti entrati Chiara e Antonello del Team dei Business Developer.

Per quanto riguarda la seconda, le previsioni che avevamo fatto in Indonesia si sono avverate. Tutto il Team di Result ha fatto propri gli obiettivi aziendali, ha acquisito consapevolezza del proprio potenziale e sviluppato la stessa ossessione condivisa:

“Come scalare la macchina da vendita di Result, e quindi dei nostri Clienti.”

Anche questo quarter ci ha messo davanti tante sfide, ma anche grandi insegnamenti, che potremmo così riassumere:

  • Il business è una guerra di Talenti e avere delle procedure di Recruiting replicabili e performanti è ESSENZIALE se si vuole crescere velocemente. Insomma, vince chi ha la squadra più forte.
  • Saper fare i giusti investimenti è fondamentale. Dopo aver imparato a generare ricchezza, trovando il Product Market Fit e vendendo quindi qualcosa di cui il mercato ha realmente bisogno è necessario imparare a gestire la ricchezza e fare i giusti investimenti per crescere il più velocemente possibile. C’è un motivo se alcune Aziende crescono alla velocità della luce e altre no. Nel 2024 vogliamo capire il perché ed indagare a fondo su tutte le logiche che ci sono dietro.
  • Creare dei processi e imparare a delegare è l’unico modo per far scalare l’Azienda. Avere delle procedure chiare consente di ottimizzare costantemente il sistema. Definire un organigramma preciso e con una chiara definizione dei ruoli consente di delegare con efficacia e rendere l’Azienda sempre più autonoma.
  • Adottare un Modello All-Bound è fondamentale per mandare tutti i canali di sviluppo a regime. Non esiste la guerra tra Outbound e Inbound e ogni canale va sperimentato e portato al massimo del suo potenziale.
  • Anticipare l’entrata di nuovi talenti è fondamentale per non andare in affanno. Se le vendite stanno tirando e il cashflow è positivo mese su mese, meglio inserire una persona in più quanto prima, piuttosto che aspettare di andare in sofferenza. L’urgenza porta a cattive scelte. Lo abbiamo provato sulla nostra pelle.

Insomma, queste sono solo alcune evidenze nate dall’osservazione della nostra Azienda in così poco tempo. 

Come già ripetuto più volte, nel 2024 vogliamo definire un modello di sviluppo business per scalare le vendite nel mondo B2B che sia il più performante al mondo, perseguendo la nostra missione.

Vogliamo farlo, anche se sappiamo che non è affatto semplice e soprattutto non è per tutti. Le Aziende che crescono velocemente hanno dei tratti in comune: hanno trovato il Product Market Fit, sanno perfettamente qual è il target di riferimento e sono tra i migliori sul mercato in quello che fanno. Hanno una cultura orientata alla crescita e persone motivate con chiarezza su obiettivi e risultati chiave da raggiungere. Hanno una visione, una mission chiara e condivisa con tutto il gruppo e dei valori solidi.

Come dice Jim Collins, il business è una questione di “understanding” (apprendimento) continuo. Non capiamo dall’oggi al domani in cosa siamo i più forti al mondo, ma è l’ascolto costante del mercato e il mettersi costantemente in discussione che fa davvero la differenza.

Noi stiamo approcciando il 2024 in questo modo.

Ci siamo compromessi pubblicamente al raggiungimento di una milestone importante per ResultConusulting: passare da 500k a 1M in 12 mesi con lo stesso modello che stiamo condividendo con i nostri Clienti.

Ce la faremo?

Lo racconteremo in modo sincero nei prossimi mesi. Noi siamo estremamente carichi, abbiamo un piano da seguire e non vediamo l’ora di metterci alla prova e capire fino a dove possiamo spingerci.

Vuoi seguire la nostra avventura? Iscriviti alla newsletter su LinkedIn per restare sempre aggiornato.

A presto.

Condividi

Articolo precedente
Come vendere B2B nel 2024: la guida per evitare passi falsi

Potrebbe interessarti

Linkedin, Marketing B2B
LinkedIn per Aziende: sfrutta il digital per scalare il business
Leggi di più
Marketing B2B
Collegamenti LinkedIn: la guida per creare una rete di valore
Leggi di più
Fai evolvere il tuo modello di sviluppo business. Per sempre.