Social Selling Index LinkedIn: cos’è e a cosa serve

Il Social Selling Index ti dà un quadro generale dell'efficacia del tuo profilo LinkedIn: ecco cos'è, a cosa serve e come migliorarlo.
social selling index

LinkedIn ci offre molteplici tool utili per migliorare la nostra esperienza professionale online: ma come facciamo a sapere se li stiamo utilizzando nel modo giusto oppure no?

La risposta ci viene la LinkedIn stesso, che ha creato e messo a disposizione dei suoi utenti uno strumento di monitoraggio estremamente interessante: il Social Selling Index, o SSI.

Nell’articolo di oggi ti spiegheremo cos’è e a cosa serve il Social Selling Index, come viene calcolato e come migliorarlo.

social selling index linkedin esempio

Cos’è il Social Selling Index?

Il Social Selling Index è un punteggio da 0 a 100 che viene assegnato a ogni profilo LinkedIn dal Sales Navigator, ovvero lo strumento di ricerca specifico per la vendita.

Il punteggio va a misurare essenzialmente l’efficacia del tuo profilo LinkedIn in base al tuo utilizzo degli strumenti messi a disposizione dal social.

In base a cosa viene calcolato?

Il SSI viene calcolato assegnando un punteggio da 0 a 25 alle quattro aree d’azione presenti su LinkedIn:

  1. la tua capacità di creare un personal brand professionale;
  2. la rete che vai a costruirti;
  3. le relazioni che crei;
  4. la partecipazione attiva alla vita del social.

Vediamo insieme nel dettaglio in cosa consistono queste quattro aree.

Personal Brand

Innanzitutto, il Social Selling Index va a prendere il considerazione il tuo personal brand, andando a controllare la completezza del tuo profilo e la costanza nella pubblicazione dei contenuti.

Il punteggio relativo al tuo brand professionale, dunque, sarà tanto più alto tanto più:

  • completerai il tuo profilo in ogni sua parte, inserendo una bio, una foto, dei dettagli riguardanti esperienza e istruzione, delle skills e così via;
  • le tue skills e competenze verranno confermate;
  • pubblicherai contenuti di valore con costanza e varietà, spaziando dai contenuti testuali a quelli multimediali, dai post agli articoli.

Rete

La seconda area da esaminare è la costuzione di una rete composta da persone rilevanti per il tuo business: LinkedIn, infatti, definisce quest’area come la capacità di trovare le persone giuste.

Questo significa:

  • trovare e aggiungere profili interessanti;
  • accettare le richieste di collegamento.

Relazioni

Creare una rete di collegamenti non basta: è importante costruire delle relazioni con essi.

Questo significa:

  • essere presente su LinkedIn con continuità;
  • riuscire ad attirare visite sul proprio profilo;
  • avviare conversazioni con la propria rete, utilizzando ad esempio i messaggi diretti.

Partecipazione attiva

Ultima ma non meno importante, la partecipazione attiva corrisponde alle interazioni quotidiane con i tuoi collegamenti.

Per calcolare il tuo punteggio relativo alle interazioni, il Social Selling Index calcola:

  • il numero di pubblicazioni;
  • le reazioni e i commenti ai post dei tuoi collegamenti;
  • l’utilizzo della messaggistica;
  • la partecipazione a gruppi ed eventi.

Cosa indica il Social Selling Index?

Il Social Selling Index indica quanto il tuo profilo è efficace per la vendita, offrendoti quindi un quadro generale dell’effettiva utilità di ciò che stai facendo su LinkedIn.

Tramite il SSI, puoi controllare a colpo d’occhio in quali aree stai andando bene e in quali sei più carente, e scoprire dunque quale tipo di attività dovresti portare avanti con più costanza.

Avere un buon SSI, infatti, ti dà maggiori possibilità di avere successo su LinkedIn e dunque di essere trovato dai potenziali Prospect, di essere contattato da potenziali clienti e di vendere.

Dove posso vedere il mio Social Selling Index?

Puoi vedere qual è il tuo SSI nella pagina dedicata.

Come leggere la dashboard del SSI

Una volta cliccato sul link, il tuo browser aprirà la dashboard del tuo Social Selling Index su LinkedIn. La dashboard ti mostrerà:

  • il tuo punteggio totale da 0 a 100;
  • i punteggi specifici da 0 a 25 per ognuna delle quattro aree considerate;
  • un grafico a torta esplicativo.

Oltre ad aggiornarti sul tuo SSI, la dashboard ti mostrerà anche il SSI medio:

  • delle persone del tuo settore;
  • delle persone della tua rete;
  • dei componenti del tuo team.

Come migliorare il Social Selling Index?

Abbiamo capito cos’è e a cosa serve il Social Selling Index. E se fosse più basso del previsto?

In generale, la parola d’ordine è costanza: curare il tuo LinkedIn deve diventare un’attività quotidiana, al pari di controllare le e-mail, prendere il caffè o leggere il giornale.

Ecco cosa puoi fare nello specifico.

Fai personal branding

Innanzitutto, prenditi cura del tuo profilo:

  • aggiorna le tue esperienze inserendo anche volontariato, seminari, corsi di aggiornamento;
  • investi del tempo nella stesura di una buona bio;
  • aggiungi le competenze relative al tuo settore e chiedi ai tuoi clienti e colleghi di confermarle ;
  • pubblica contenuti di valore con costanza.

Aggiorna la tua rete

La rete è molto importante: oltre a cercare direttamente le persone che conosci e ad accettare più collegamenti possibili, ti consigliamo di cercare nuovi collegamenti:

  • nelle discussioni all’interno dei gruppi;
  • tra le persone che hanno visitato il tuo profilo: un’opzione molto interessante, perché queste persone hanno già mostrato un interesse nei tuoi confronti.

Crea una routine

Essere social è importante: ecco perché dovresti ritagliare 10 minuti al giorno per interagire con i tuoi contatti e costruire relazioni.

Ciò che potresti fare concretamente è:

  • consigliare e condividere i post dei tuoi contatti per mostrare interesse;
  • menzionare i tuoi contatti nelle tue pubblicazioni;
  • commentare i post dei tuoi contatti e risponder ai loro commenti sui tuoi post. Evita i commenti copia e incolla: scrivi commenti pensati, interessanti, costruttivi e che aprano a una discussione;
  • interagire con le discussioni all’interno dei gruppi;
  • utilizzare i post in modo strategico per favorire le richieste di collegamento e di contatto;
  • se vuoi contattare uno dei tuoi collegamenti, fallo tramite messaggio diretto piuttosto che via mail;
  • usare la messaggistica per salutare i nuovi collegamenti o avviare conversazioni con i tuoi contatti. Anche in questo caso, vanno assolutamente evitati i copia e incolla: i messaggi devono essere personalizzati e interessanti per chi li riceve.

Quanto ti è stato utile questo articolo?

Voto medio: 5 / 5. Conteggio voti: 4

Non ci sono ancora voti

Il miglior risultato possibile, senza sprecare tempo

Qualunque sia il tuo obiettivo su LInkedIn, sceglieremo insieme come strutturare un progetto per usare il tuo e nostro tempo nel miglior modo possibile.